Flagshipstore H&M

Roma

Studio Fuksas

Foto © Gianni Basso


La lanterna interna, la struttura in copertura, tutto parla di acciaio e vetro, di trasparenze e leggerezza, tutto rimanda a strutture irregolari ma studiate al millimetro per un incastro perfetto.


Era un severo palazzo quello dell'Unione Militare, nei suoi rigidi canoni testimoni del Novecento, oggi quello che si affaccia sul Corso e su via Tomacelli elevandosi su cinque piani, è una efficacie sintesi dei tempi, un’intuizione artistica che affianca e integra stili, storia e futuro. Fatta di vetri e metallo la struttura, che il suo ideatore Massimiliano Fuksas ha voluto in copertura a sovrastare il complesso architettonico, è un articolato ma armonioso punto luce sulla città eterna. Tutta la struttura interna in acciaio e l’elemento distintivo in copertura sono opera di Stahlbau Pichler.


L’elemento principale del progetto, nonché vera e propria icona dell’intervento, è costituito dalla “lanterna” di acciaio e vetro che attraversa tutti i solai dell’edificio per affiorare in copertura, formando una sorta di nuvola che si sviluppa in una volta trasparente.
Dal punto di vista strutturale l’intervento di Stahlbau Pichler si sviluppa con profili snelli che lavorano per forma senza appoggi intermedi, in sostanza la struttura è autoportante, con la presenza di pochissimi alberi. Tra lanterna interna e copertura sono stati realizzati 1000mq più 1000mq di vetri triangolari tutti diversi uno dall’altro, per un totale di circa 1000nodi (465 per la lanterna interna e 580 per la copertura). Per riuscire a fare ciò Stahlbau Pichler ha letteralmente ideato e creato un sistema unico in grado di gestire tutte le inclinazioni grazie ad una guarnizione a raggiera.


Nella fase di progettazione il BIM è stato fondamentale, arrivando a definire una struttura di mesh assolutamente innovativa e mai proposta prima - una sfida assolutamente stimolante. Tutta la progettazione è avvenuta in 3D, ogni nodo è stato materializzato a terra e poi portato in quota. Anche la struttura a fungo interna alla copertura che cela la zona impianti è stata realizzata da Stahlbau Pichler.