Maison de la Paix

Graduate institute of international and development studies

IPAS architectes

2015
Steel Structures2300 ton
Façades15000 sq.m.
S M L XL

La Maison de la Paix è, oltre che un progetto architettonico avveniristico, l’espressione costruttiva dell'interazione tra persone ed idee.
La Maison de la Paix è il cuore del Campus de la Paix e rappresenta una piattaforma importante a livello mondiale per le questioni legate alla pace, alla sicurezza e allo sviluppo. L’obiettivo della Confederazione di rafforzare il ruolo della Svizzera quale Stato ospitante organismi ed eventi internazionali trova concretezza in progetti d’infrastruttura come questo che consolidano l’offerta “intellettuale” di Ginevra.
Questo edificio spettacolare di vetro, nasce per accogliere i dipartimenti di ricerca e amministrazione dell’IHEID, oltre che un campus per gli 850 studenti, prima sparsi in tutta la città.
Insieme, l'Istituto e i tre Centri, rendono la Maison de la Paix un importante polo di competenza internazionale che rappresenta il contributo della Svizzera alla promozione a livello mondiale della pace e della cooperazione internazionale. La posizione della Maison de la Paix è unica per la sua dislocazione nel cuore della Ginevra internazionale, vicino all’aeroporto e alla stazione ferroviaria centrale, e facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.
La struttura e le facciate sono state attentamente studiate e realizzate per lasciare visuali ampissime sul panorama. Il disegno dalla forma rettangolare allungata ricorda i petali di un fiore, tanto che, fin da subito, "Petalo" è diventato il termine per descrivere ogni parte dell'edificio.

Cliente:
Steiner Ag
Categoria:
Architecture

Key Facts

Superficie lorda totale: 38.000 mq
Divisa in:
-The Graduate Institute: 20.000 mq  (53%)
-Centri sostenuti dalla Confederazione svizzera (DCAF, GCSP, GICHD): 11.000 mq (29%)
-Altre organizzazioni (WBCSD, Centro di Ricerca del Golfo, Interpeace): 2500 mq  (6%)
Parcheggio e archivi: 4500 mq (12%)

L'area riservata per l'Istituto comprende:
600 posti dell’auditorium Ivan Pictet, suddivisibile in due sale più piccole da 400 e 200 posti
- Un auditorium da 100 posti 
- La Biblioteca Kathryn e Shelby Cullom Davis, che copre 4.500 mq su due livelli con 330 postazioni di lavoro.
- 11 aule e 10 sale per seminari.
- Una caffetteria con 170 posti, nonché una terrazza con 60 posti a sedere.

Facciate in acciaio a doppia pelle: 15.000 mq   

Crediti
Project manager and owner: The Graduate Institute
Architect: Eric Ott, bureau IPAS Architectes SA, Neuchâtel
General contractor: Steiner SA
Steel Structures and Facades: design, construction and installation: Stahlbau Pichler SrL