MEF - Museo Enzo Ferrari

Nuovo Museo

Future Systems - Shiro Studio - Arch. Morgante

2012
Steel Structures200 ton
S M L XL

Spicca di questo progetto l’avveniristica copertura gialla, un cofano che con le sue dieci aperture permette l’ingresso di ventilazione e luce naturale celebrando il valore estetico della storica casa modenese.
La copertura, composta da 3.300 metri quadrati di doghe in alluminio doppiamente curvato, rappresenta una sorta di record architettonico. Il giallo utilizzato richiama il colore ufficiale di fondo della scuderia Ferrari.
La facciata vetrata è doppiamente curva in pianta ed è inclinata con un angolo di 12.5 gradi rispetto al terreno. Ogni lastra di vetro-camera è sorretta da cavi pre-tensionati in acciaio capaci ognuno di sopportare 40 tonnellate di tensione.
La tecnologia del sistema portante di facciata è finalizzata alla massima trasparenza visiva e funzionalità. Nei mesi estivi dei termosensori attivano gli infissi posti in copertura, permettendo l’ingresso dell’aria più fresca nelle ore notturne. Metà del volume interno della galleria è posto sotto la quota di terreno e l’utilizzo di geotermia garantisce notevoli risparmi energetici per il raffrescamento e riscaldamento interno.
Questo è il primo museo pubblico in Italia ad utilizzare la geotermia su vasta scala.



Cliente:
Museo Enzo Ferrari
Categoria:
Architecture

Key Facts

Museo Enzo Ferrari a Modena
Committente: Fondazione Casa Natale di Enzo Ferrari – Museo
Progetto: Future Systems, (Arch. Jan Kaplicky,Arch. Andrea Morgante)
General contractor: Ati Consorzio Cooperative Costruzioni di Bologna (Ccc), ing. Ferari spa, Ite
Group, Consorzio Stabile Modenese (Csm)
Strutture metalliche: Stahlbau Pichler