Forst

Lagundo

Pichler Architects

Foto © Oskar Da Riz


Forst: sala cottura all´insegna dell´eccelenza


Obiettivi: modernizzazione della tecnica impiantistica - riduzione del consumo di energia primaria - garanzia di produzione e qualità del prodotto - facilità manutentiva.

La Birra FORST, fondata nel 1857 da due imprenditori meranesi che ebbero la felice intuizione di individuare la zona perfetta per questo tipo di produzione, si è rinnovata con una eccezionale sala cottura, un investimento fondamentale: solo qui infatti si determinano le varie tipologie di birra che poi andranno a soddisfare il consumatore. Modernissime tecnologie al servizio di metodologie tradizionali sono utilizzate dai mastri birrai per guidare e controllare tutte le fasi di processo.Materiali da costruzione tradizionali assumono connotati altamente innovativi grazie a tecnologie avveniristiche: calcestruzzo, acciaio e vetro il tutto sapientemente fuso in un accordo musicale ritmato, una combinazione tra forza e trasparenza, tra pulizia e limpidezza, un richiamo diretto al prodotto FORST.L'opera si compone di tre elementi: una parte interrata che custodisce il cuore impiantistico dell'edificio e due elementi fuori terra, il Pavillon e il Silohaus.Il primo, all'interno del quale sono collocate le caldaie, è stato realizzato in acciaio e vetro per permettere la visione e la percezione del suo interno anche dalla strada, il secondo, che ospita lo stoccaggio delle materie prime, realizzato in calcestruzzo e acciaio, appare ermetico e imperscrutabile, un monolite il cui rivestimento in lamiera di titanio riproduce macroscopicamente un reticolo cristallino.

Anche la scelta dei partner per la realizzazione della sala cottura, fondamentale per la qualità dei prodotti, è stata fatta secondo i criteri di serietà, affidabilità e cura nello svolgimento del proprio lavoro.

Stahlbau Pichler di tutto il progetto è stato general contractor.


Un po’ di numeri

Cemento armato: 550 tonnellate

Strutture in acciaio: 380 tonnellate

Calcestruzzo: 4000 metri cubi

Sono stati impiegati:1.100.000 kg di acciaio, 35.500 kg di alluminio, 110.000 kg di acciaio legato.

Superficie lastre di vetro: 4.800 metri quadri (con un peso di 60.200 kg).

3.750 scandole aggraffate sul silos.

Nella nuova sala di cottura: 2.500 metri di tubazione in acciaio legato e 86.000 metri di cavi elettrici.


Crediti

Nome realizzazione: nuova Sala cottura della birra FORST

Localizzazione: Forst/Lagundo presso Merano

Tempi: inizio: 8 dicembre 2009 - messa in servizio: 15 febbraio 2011

Committente: Birra FORST SpA

General contractor: Stahlbau Pichler Srl